a.s.d. VIGOR Calcio Femminile richiede di accettare i cookie per scopi legati a prestazioni, social media e statistiche. I cookie di terze parti per social media e a scopo statistico. Per ulteriori informazioni relative ai cookie e all'elaborazione dei tuoi dati personali premi sul pulsante Policy Privacy. Continuando a navigare in questa pagina si accettano i cookies, anche di terze parti.

Mercoledì, 19 Dicembre 2018

Montevarchi - Vigor CF 1-0

Scritto da

CAMPIONATO ECCELLENZA FEMMINILE

GIRONE “A”

                                                                                                                               CAMPO SPORTIVO MERCATALE V.NO, MONTEVARCHI (AR)                                                                                                                              DOMENICA 16/12/2018 ORE 14.30

 

AQUILA MONTEVARCHI   vs   A.S.D. VIGOR C.F.   1 - 0

 

Marcatrice :90’ Marraccini .

 

AQUILA MONTEVARCHI :Faleppi, Brandani, Giorgini (71’ Bigazzi), Valgimigli, Pecorelli, Piccioli, Bertozzi, Bernini, Martini (76’ Fabbri), Ugolini (60’ Sciarradi), Marraccini .

A disp. : Mussi, Arostini, Bartolini, Achenza, Montefusco, Marzi.

All. Montefusco Matteo.

 

VIGOR C.F. : Benucci, Auletta, Cosi C., Tanini, Briccolani, Lorimer, Baldoni (52’ Cozzani S.), Balloni, Innocenti, Rizzo (82’ Pieri), Manetti.

A disp. : Casini, Bini, Cape, Martini, Mineo.

All. Tacchi Tommaso.

 

Arbitro Sig. Giosuè Fantoni Sez. Valdarno.

 

Cocente sconfitta per la compagine gufotta che, al termine di una partita giocata in chiaroscuro ed in conseguenza di decisioni arbitrali quantomeno discutibili, cede di misura di fronte alle aretine del Montevarchi.

Schieramento molto prudente quello messo in campo da mister Tacchi, con Briccolani arretrata in difesa e l’ inserimento di una centrocampista di quantità come Baldoni a far legna.

Primo tempo molto equilibrato e non molto entusiasmante, con le padrone di casa che cercavano sin da subito di imporre il proprio gioco ma si scontravano con l’ attenta retroguardia ospite che non aveva eccessivi problemi a contenere le sfuriate delle rossoblu’ concedendo pochissime occasioni.

Al 1’ tiro di Martini che si liberava in area e concludeva fuori di poco, ed al 5’ punizione dal vertice destro di Rizzo con palla alta sulla traversa.

All’11’ una punizione dal lato corto sinistro dell’ area calciata da Marraccini veniva respinta con i pugni da Benucci, ed al 34’ altro calcio piazzato, questa volta dal lato corto destro, con mischia in area e tocco sottomisura di Martini, alto.

Al 38’ un’ altra punizione dal limite destro di Marraccini veniva respinta dall’ estremo difensore gufotto, ed al 40’ risposta gufotta sempre su calcio piazzato con Balloni che dalla trequarti sinistra metteva al centro per il colpo di testa di Manetti con facile parata di Faleppi.

Nella ripresa le gufotte, che già nel primo tempo avevano prediletto la fase difensiva limitando molto le sortite in avanti, rinunciavano inspiegabilmente  quasi completamente all’ azione badando solo a contenere le iniziative delle aretine, che si facevano sempre più minacciose.

Al 47’ azione sulla destra con tiro finale di Marraccini, fuori, ed al 50’ Brandani sulla destra per Marraccini che, giunta sul fondo, rimetteva rasoterra per Martini che al volo mandava alto.

Al 52’ punizione dal limite di Bertozzi con palla sul fondo, ed al 57’ una delle poche iniziative biancoblù con un tiro di Briccolani dal limite bloccato da Faleppi.

Al 61’, dopo un colpo di testa di Bertozzi bloccato da Benucci, grande occasione per le padrone di casa con ancora Bertozzi protagonista che, in azione di contropiede, a tu per tu con l’ estremo difensore ospite calciava incredibilmente alle stelle.

Un minuto dopo l’ incerto direttore di gara decretava un rigore a favore delle locali per un atterramento di Marraccini ad opera di Rizzo che ai più sembrava fuori area, della trasformazione si incaricava Martini che però vanificava la ghiotta opportunità mettendo a lato, ed al 64’ contropiede gufotto sulla destra con tiro dal limite di Rizzo, alto.

Al 65’ Balloni, sfruttando un disimpegno errato della retroguardia rossoblù, conquistava palla ma concludeva sopra la traversa, ed al 67’ angolo dalla destra, batti e ribatti con tiro di Bernini a lato.

Al 77’ una punizione di Balloni dalla trequarti destra finiva sopra il montante, ed all’ 82’ corner dalla destra con la sfera che veniva mancata da molte giocatrici e finiva a Bigazzi che calciava alto.

Quando ormai tutto lasciava presagire la divisione della posta, ecco la beffa, confezionata nell’ ultimo minuto di gioco dal direttore di gara che, in un’ altra decisione tutt’ altro che condivisibile, vedeva (solo lui) un fallo al limite dell’ area e decretava un calcio di punizione da posizione pericolosa a favore del Montevarchi ; del tiro si incaricava la solita Marraccini che questa volta non lasciava scampo a Benucci segnando l’ 1-0.

Nel convulso finale espulsi anche mister Tacchi per espressioni irriguardose nei confronti dell’ arbitro e di Auletta per fallo di gioco, assenza pesante per la prossima partita.

Se guardiamo asetticamente l’ andamento dell’ incontro non possiamo negare che il risultato sia giusto in quanto le padrone di casa, dopo un primo tempo equilibrato, nella ripresa, sfruttando anche l’ incomprensibile timidezza delle gufotte, hanno legittimato i tre punti giocando bene e sbagliando molte occasioni, una su tutte il rigore ; quello che va di traverso è semmai come questo 1-0 sia maturato, all’ ultimo minuto quando ormai il più sembrava fatto e su una decisione veramente discutibile dell’ arbitro, arbitro che merita un discorso a parte : probabilmente troppo giovane per la categoria, dopo un primo tempo in cui ha sbagliato in egual misura per tutte e due le squadre, nella ripresa si è accanito contro le gufotte in maniera particolare incidendo pesantemente sul risultato (vi invito a leggere l’ approfondimento di seguito).

Archiviamo non senza polemiche questo risultato negativo e pensiamo al prossimo impegno, in pieno clima prenatalizio, che si svolgerà domenica quando alla Vigor Arena sarà scena una delle corrazzate del campionato, la Pistoiese, per l’ ultima partita del girone d’ andata.


"A PROPOSITO DI ARBITRI...."

Domenica scorsa abbiamo assistito per l' ennesima volta ad una partita, Montevarchi - Vigor, dove le decisioni del giovane (troppo giovane) direttore di gara hanno pesantemente influito sull' andamento dell' incontro e se, nel primo tempo, gli errori sono stati equamente distribuiti a tutte e due le squadre, nella ripresa si sono concentrate ai danni della Vigor, con la concessione, tra le altre cose, di un rigore con fallo effettuato fuori area, ininfluente comunque ai fini del risultato in quanto calciato sopra la traversa, e, al 90', di una inesistente punizione dal limite questa si determinante nell' 1-0 finale, il tutto unito ad un atteggiamento di crescente sfida nei confronti della squadra e della panchina biancoblu' culminato con le espulsioni nel concitato finale di mister Tacchi e di Auletta.
LA MISURA E'COLMA : questi ragazzi in giacchetta nera, che sognano legittimamente di arbitrare un giorno in serie A e che coltivano una passione tutt'altro che banale, hanno tutto il diritto di crescere e di sbagliare ma, proprio per preservarli, devono dirigere partite adeguate al loro status e non di prime squadre dove le giocatrici sono, in qualche caso, coetanee dei loro genitori (quali mostri di personalità dovrebbero essere per tenere testa ad una trentina di adulti, fra campo e panchina, per novanta minuti).
Gli organi federali , che nella loro visione medievale del calcio equiparano come difficolta' una partita di eccellenza femminile ad una di giovanissimi o allievi maschile inviando arbitri di sedici anni, dovrebbero evitare queste situazioni e dare finalmente seguito alle tante parole spese per lo sviluppo del calcio femminile (ricordiamo che il campionato di eccellenza femminile può essere equiparato, per estensione geografica, ad una serie D, avete letto bene, serie D maschile, un gradino sotto il professionismo), anche perché continuando cosi chi spende passione, tempo e soprattutto denaro ( presidenti, dirigenti, tecnici, giocatrici, ecc) potrebbero anche decidere di occupare in modo diverso le proprie domeniche, togliendo carburante ad un movimento sinora in forte ascesa lasciando questi signori con un pugno di mosche.
Auspichiamo quindi un cambio di rotta, con l' invio di direttori di gara finalmente con una sufficiente esperienza per garantire lo svolgimento corretto delle gare ed avere più rispetto delle società, specialmente le più piccole, che partecipano con tanti sacrifici e poche risorse ai tornei di promozione ed eccellenza e che non meritano di essere domenicalmente danneggiate dalle decisioni di ragazzi che al massimo hanno precedentemente diretto incontri di categoria giovanissimi maschile.

Andrea Briccolani  


 

Letto 374 volte Ultima modifica il Mercoledì, 19 Dicembre 2018

a.s.d. VIGOR Calcio Femminile
Sede Sociale
Via U.Terracini snc - Loc. Troghi
50067 RIGNANO SULL'ARNO (Firenze)
Tel: 339 6679269 - Fax 055 8349662

© 2018 a.s.d. VIGOR. All Rights Reserved.

Centro Sportivo VIGOR
via U. Terracini snc - Loc. Troghi RIGNANO SULL'ARNO (FI)

Stadio "G. Impastato"

Matricola FIGC: 937987
Registrazione CONI: FIGC 209526
Codice Fiscale: 06082980480

Cerca